Posts

Isole Vergini

todayAprile 22, 2021 3

share close

Amici oggi vi parlo di alcune isole che ho visitato durante una crociera meravigliosa, le Isole Vergini americane, considerate tra le migliori destinazioni turistiche nei Caraibi, situate nelle Piccole Antille, tra l’Oceano Atlantico del Nord e il Mar dei Caraibi. Già dall’attracco ho subito notato che le Isole Vergini se pur chiamate Americane, riflettevano però la loro influenza danese, in modo predominante, ammirando appena sbarcato alcuni bellissimi esempi di architettura danese neoclassica. Ma è facendo una gita in mehari all’interno che ho capito che la bellezza naturale era un’altra risorsa. Montagne lussureggianti, foreste tropicali, spiagge incurvate e calette rocciose erano disseminate in tutte le isole.Ogni isola che ho visto emanava il proprio carattere. San Tommaso la prima che ho visitato delle isole era la porta dell’arcipelago. La sua città principale, Charlotte Amalie, la capitale delle Isole Vergini americane mi è apparsa come un importante porto per navi da crociera come la nostra, con molti negozi, ristoranti e opzioni di intrattenimento. St. Croix, la più grande delle tre, la meno utilizzata dal turismo rispetto alle sue isole sorelle, aveva tra le principali attrazioni che ho visitato, il quartiere storico della sua città più grande, Christiansted, così come le piantagioni di zucchero, dove ho sorseggiato succo d’ananas con lo zucchero liquido appena ottenuto pressando la canna stessa, per poi rifarmi gli occhi nei giardini e il paesaggio costiero sul sentiero del patrimonio, chiamato così per l’incredibile varietà di piante e di fiori. St. Croix ospitava anche la splendida Buck Island Reef, il primo monumento subacqueo della nazione, i suoi giardini di mare circostanti sono state una delle attrazioni più belle. Non ho potuto fare a meno di fare una immersione, dove la barriera corallina mi ha mostrato con mio grande stupore gli elkhorn, grosse grotte coralline dove lungo il sentiero segnato, abbiamo potuto avvistare molti pesci tropicali come il tang blu e il barracuda. Le ultime immersioni le abbiamo fatte sui relitti che si trovavano al largo della costa nord, indimenticabili per il fascino, per poi chiudere la mia gita americana a terra, costeggiando Buck Island seguendo un sentiero,attraverso una foresta di tamarindi giganti fino alla cresta panoramica dell’isola. Posti dei sogni che ancora sogno con gli occhi aperti.

L’articolo Isole Vergini proviene da Dimensione Suono Soft.

Written by: Piero Mammarella

Rate it

Previous post


Similar posts

VERA HIT RADIO
(Radio Web Amatoriale)
Licenza SIAE 201900000012
Licenza SCF 0001/19
Licenza ItsRight 0007644

0%