Posts

I segreti dello scalogno

todayAprile 14, 2021 2

share close

Vi piace la cipolla ma non volete appesantirvi l’alito? Allora dovreste sostituirla con lo scalogno! I bulbi di questa pianta hanno infatti un sapore molto simile a quello della cipolla, ma più delicato e aromatico.

Lo scalogno è originario dell’Asia Centrale ma arrivò in Europa molto presto: pare infatti che fu introdotto dai Crociati di ritorno dalla Terra Santa.

La pianta di scalogno appartiene alla grande famiglia delle Liliacee con l’aglio, la cipolla, il porro, il lampascione, l’erba cipollina, ma a differenza delle altre Liliacee, questa pianta non fa fiori, ragione per cui si devono piantare i bulbi, meglio se nel mese di Novembre. E’ molto simile a quella di cipolla ma i bulbi sono più piccoli e hanno un colore che va dal verde violaceo, al rosso, giallo o addirittura grigio; proprio in base al colore vengono normalmente raggruppate le diverse varietà Europee.
Anche la forma cambia molto a seconda del tipo di scalogno, può infatti essere sferica o allungata.

Vediamo da vicino qualche varietà!
Quelle più comuni di scalogno grigio sono la Griselle e la Grisor: bulbo piccolo di forma allungata, buccia grigia, testa violacea, polpa soda e piccantina.

Agli scalogni rosa appartengono le varietà Jersey, Pesandor e Rondeline. Sono gli scalogni più raffinati, catterizzati da bulbo sferico, corto e rigonfio, buccia di color rosa fino al rame, polpa venata e aroma poco piccante.

Lo scalogno giallo è tipico dell’Olanda e della Danimarca ha un bulbo corto e arrotondato e una buccia dallo spiccato colore giallo. E’ quello che più assomigliano alle cipolle.

Esiste poi la varietà francese Échalion, conosciuta in Italia come Coscia di pollo, di color rosso-bruno e di forma leggermente allungata.

Quale che sia il colore o la forma, lo scalogno è un alimento ricco di sostanze ottime per il nostro organismo, tra cui vitamina C, sali minerali e flavonoidi. E può essere utilizzato in tantissime ricette, proprio come la cipolla.

Dello scalogno non si butta proprio niente! Un segreto? Non mangiate solo i bulbi: anche le foglie giovani verdi delle piante di scalogno sono molto saporite e possono essere utilizzate, tritate, al posto dell’erba cipollina.

Testo tratto da: alimentipedia.it

L’articolo I segreti dello scalogno proviene da Dimensione Suono Soft.

Written by: Piero Mammarella

Rate it

Previous post


Similar posts

VERA HIT RADIO
(Radio Web Amatoriale)
Licenza SIAE 201900000012
Licenza SCF 0001/19
Licenza ItsRight 0007644

0%