Posts

I segreti del sake

todayGennaio 20, 2021

share close

È una bevanda alcolica che nessuno sa bene come classificare: non è vino, non è birra, non è un liquore. Sto parlando del saké, o più correttamente, sake; il cosiddetto “vino di riso”, tipica bevanda del Giappone, dove è così importante e diffuso che nessuno si pone il problema della sua categoria di appartenenza, tant’è che la parola sake in giapponese vuol dire semplicemente bevanda alcolica. Comunque, il sake che conosciamo noi normalmente viene chiamato nihonshu in Giappone.

Il sake si ottiene da un processo di fermentazione che coinvolge riso, acqua e spore koji, una muffa i cui enzimi trasformano in zuccheri gli amidi contenuti nel riso. Esistono diverse varietà di sake, a seconda del tipo di riso utilizzato e dal processo di fermentazione, ed esistono anche diversi modi di berlo, infatti questa bevanda può essere consumata sia calda che fredda, in tazzine di terracotta, ceramica, vetro o addirittura legno. La gradazione alcolica del sake va dai 13 ai 16 gradi.

La storia di questa bevanda alcolica è millenaria. I segreti del sake, oltre che per motivi di tradizione e di gusto, il sake viene consumato anche per via dei suoi effetti benefici per il nostro organismo. Ad esempio, contiene amminoacidi naturali e peptidi, che fanno bene alla pelle; influisce positivamente sulla temperatura corporea e sulla circolazione del sangue. È un prodotto interamente naturale, ottenuto dalla fermentazione del riso, a cui solitamente non viene aggiunto alcool; inoltre, punto da non sottovalutare, proprio come il buon vino ha la capacità di esaltare il sapore di alcuni cibi.

Ma quali sono i segreti per abbinare correttamente il sake al cibo? Il sapore del sake è umami, il cosiddetto quinto gusto, quindi né dolce o amaro, né salato, né aspro. Questo tipo di sapore si sposa squisitamente con cibi a base di aceto o accompagnati da salsa di soia, ma non solo: è ottimo con il pesce, crudo o cotto, e pensate, anche con la carne, con i formaggi, e ovviamente con i risotti. Insomma, non è semplicemente un alcolico da consumare a fine pasto, ma molto di più! Provare per credere.

(Se l’hai perso leggi e ascolta l’approfondimento Segreti in tavola dedicato al Fiore sardo DOP)

L’articolo I segreti del sake proviene da Dimensione Suono Soft.

Written by: Piero Mammarella

Rate it

Previous post


Similar posts

Posts

I segreti dell’Anguria

Voi come lo chiamate voi Anguria o Cocomero? Perfino l’Accademia della Crusca è intervenuta sulla questione, e non è la prima volta che i linguisti devono affrontare un argomento del genere. Il giudizio degli accademici però è chiaro e propendono per il termine cocomero: “anguria è variante settentrionale per il […]

todayGiugno 23, 2021

VERA HIT RADIO
(Radio Web Amatoriale)
Licenza SIAE 201900000012
Licenza SCF 0001/19
Licenza ItsRight 0007644

Supporta Vera Hit Radio
0%